Ed è qui che io abito,nel centro del mio giorno con i piedi per terra e mare tutto intorno.

mercoledì 26 novembre 2008

Il filo


Cercherò di non perdere il filo del discorso in questa improbabile, quanto assurda disquisizione sul "filo".
Tutta la nostra vita è una fitta rete di fili , intessuti da una mano superiore che quei fili lì, li tira a suo piacimento, li intreccia e li annoda ad altri fili...

Filo...filo, cos'è il filo? E' quel manufatto che serve per tessere, cucire, che può essere allungato, sottile, di cotone, di seta, di nailon, semplice, doppio, ritorto, lucido, usato,vegetale, animale, metallico, filo con il quale, comunque e ovunque, ti senti legato a qualcuno perchè c'è un forte legame affettivo o d'interesse, e, se quel qualcuno ti dà filo da torcere, ti senti in un equilibrio instabile, perchè sei attaccato solo a un filo sottile, che rischia di spezzarsi.

E che dire del filo d'erba, tenero, indifeso, tra i tuoi capelli, allora fili d'oro, di quando avevi vent'anni e ti sedevi sul prato con quel ragazzo che ti faceva il filo e ti faceva vivere appesa al filo del telefonoe...dopo trent'anni sei ancora qui a chiederti se quel filo s'èmai spezzato o vi tiene legati in modo indissolubile come una preziosa filigrana.

E il filo di perle...quello che ti è stato regalato a cinquant'anni, come status della "signora arrivata"(dove?) con qualche filo argenteo tra i capelli, che ha smesso di camminare sul filo del rasoio e fa tutto per filo e per segno, senza più incertezze errori, che gestisce tutte le questioni a filo di logica; in famiglia,sul lavoro, in amicizia...

...Che ha smesso da tempo di essere filocomunista, che non sarà mai filoamericana e che filosofeggia con un filo di voce che il bandolo del filo, del suo filo... non l'ha ancora trovato...se mai lo troverà.


10 commenti:

Calliope ha detto...

Bhe..devo dire che come prove tecniche di scrittura creativa è proprio una gran prova, complimenti Serenella ^_^
Il filo..unisce sempre ma a volte separa anche..dipende da chi "cuce".
Un abbraccio e buona giornata.

Dual ha detto...

Un po'come il filo di Arianna..
Un saluto
Dual

cenere ha detto...

bello qua.
ho sbirciato il tuo profilo, "c'era una volta in america" è anche uno dei miei film preferiti.
a presto.
cenere

serenella ha detto...

Calliope...il corso di scrittura creativa, corso d'aggiornamento scolastico, è finito da un pezzo e non so quanto abbia imparato....c'è un filo che unisce tutti noi...è innegabile.
Dual: si, il filo di Arianna...
non riesco a commentare da te.
Cenere: mi fa piacere che ti piaccia questo mio blog.
Si, è il film che più adoro. Non male anche il Prato...ma ha 30 anni. Forse non esiste più.

ariapura ha detto...

BUONA DOMENICA SERENELLA!! IO STO QUI A SFERRUZZARE :-)))

Paola ha detto...

Sono venuta a trovarti anche qui, finalmente...in questi ultimi giorni strappo pezzi del mio tempo( che non si sa come, ma è sempre tanto poco) per andare sul mio blog e su quelli che amo visitare; mi è piaciuto tantissimo questo post: ci sono dentro tante verità....ti saluto con affetto sperando che quel "filo" di amicizia che tra noi si è istaurato diventi qualcosa di più consistente...ciao, un forte abbraccio.

serenella ha detto...

Certo Paola, diventerà più forte. Le premesse ci sono. Ti ringrazio tanto per essere passata di qua. Dedico poco tempo a questo blog, ma lo amo tanto, come gli altri. A presto.

lamagagiò ha detto...

Grazie d'esserti iscritta al mio Candy. In bocca al lupo anche a te!
Leggo che tu vivi "con i piedi per terra" io ci ho provato ma non mi riesce tanto facilmene e spesso c'è qualcuno che deve riacchiapparmi perchè tendo a "volare".
A proposito...è proprio così importante trovarlo il "filo"? Non è più eccitante la ricerca?
P.S.: tornerò a trovarti.

lamagagiò ha detto...

A proposito...sai che è la prima volta che "incontro" blogger baresi?

serenella ha detto...

Magagio'...è una vita che cerco 'sto filo, senza trovarlo. Ma più che il risultato ritengo sia importante la ricerca. Sapessi quanti bloggers sono baresi...li trovi ovunque sti baresi.