Ed è qui che io abito,nel centro del mio giorno con i piedi per terra e mare tutto intorno.

martedì 9 agosto 2011

Mare di G. Pascoli

M'affaccio alla finestra, e vedo il mare:
vanno le stelle, tremolano l'onde.
Vedo stelle passare, onde passare:
un guizzo chiama, un palpito risponde.
Ecco sospira l'acqua, alita il vento:
sul mare è apparso un bel ponte d'argento.

Ponte gettato sui laghi sereni,
per chi dunque sei fatto e dove meni?

      
Giovanni Pascoli

9 commenti:

Kylie ha detto...

Una bella poesia che non ricordo di aver mai letto.
Grazie per averla proposta.

Un abbraccio

paoladany ha detto...

Bella poesia! Vivrei anche io sul mare, proprio! Ciao Paola

zefirina ha detto...

pascoli segreto

max ha detto...

Non la conoscevo, grande Pascoli.

zicin ha detto...

Molto bella.
Grazie di averla condivisa... neppure io la conoscevo.
Felice ferragosto

Luigi ha detto...

buona festa dell'Assunta amica mia!!!
Ti aspettiamo

LUIGI A. MORSELLO ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
LUIGI A. MORSELLO ha detto...

Grande poeta Giovanni Pascoli, che fa amare la poesia anche a chi la disdegna dal 50anni. Grazie.

Sarik ha detto...

piango.
:)
Grazie.