Ed è qui che io abito,nel centro del mio giorno con i piedi per terra e mare tutto intorno.

mercoledì 20 luglio 2011

"Poi non è che la vita vada come tu te la immagini...





 Fa la sua strada. E tu la tua. E non sono la stessa strada.Così... Io non è che volevo essere felice, questo no. Volevo...salvarmi, ecco: salvarmi. Ma ho capito tardi da che parte bisognava andare: dalla parte dei desideri. Uno si aspetta che siano altre cose a salvare la gente: il dovere, l'onestà, essere buoni, essere giusti. No. Sono i desideri che salvano. Sono l'unica cosa vera. Tu stai con loro, e ti salverai. Però troppo tardi l'ho capito. Se le dai tempo, alla vita, lei si rigira in modo strano, inesorabile: e tu ti accorgi che a quel punto non puoi desiderare qualcosa senza farti male. É lì che salta tutto, non c'è verso di scappare, più ti agiti più si ingarbuglia la rete, più ti ribelli più ti ferisci. Non se ne esce. Quando era troppo tardi, io ho iniziato a desiderare. Con tutta la forza che avevo. Mi sono fatta tanto di quel male che tu non te lo puoi nemmeno immaginare. "
 A. Baricco - Oceano mare.


12 commenti:

serenella ha detto...

Vi ringrazio per i vostri commenti, se ce ne saranno. Sono sempre graditi. Purtroppo non riesco a commentare da voi, nè a rispondere agevolmente a quello che scrivete da me, a causa di una orrenda e quasi inesistente connessione.
Vi voglio bene....
Rosalinda

max ha detto...

Un bacio grande.

Gennaro Garofalo ha detto...

Ciao, ho aggiunto il tuo blog nei miei blog preferiti sarei molto felice se faresti lo stesso anche tu con il mio, è un modo per essere più visibili online. Saluti Gennaro

zicin ha detto...

Cara Serenella, mi piace molto questo passo di Baricco.
I desideri...i sogni...sono una grande molla... ci danno energia e voglia di fare e ci portano sulla strada giusta.
Un bacio ed un sorriso

Sarik ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Sarik ha detto...

mentre attendevo di aprire la tua pagina,e avevo già letto l'anteprima del titolo del post pensavo: "peccato che lo si capisca sempre tardi".
Ora aggiungo: "peccato che a desiderare a volte non si cominci mai".
Baci

Kylie ha detto...

Un abbraccio forte cara

il monticiano ha detto...

Tranquilla, anche noi te ne vogliamo, sappiamo che ci sei e che pubblichi sul tuo blog post bellissimi.
Un abbraccione,
aldo.

paoladany ha detto...

bella! quasi mai la vita va come vorremmo noi... purtroppo.. ed ora ogni giorno mi ripeto di godere delle piccole cose che ho... perchè domani potrei non averle più.. un abbraccio Rosalinda

Pupottina ha detto...

è vero. non è mai come ce la aspettiamo. io sto passando dal mal di denti al mal di spalla... e le ferie a settmebre... non me l'aspettavo così l'estate... ma forse ne avevo un po' il sentore O_O
comunque bravo Baricco nel suo modo di dire le cose che poi non vanno sempre male, ma nenche sempre bene... a volte sono semplicemente inaspettate ^____________^

buon proseguimento, Serenella!!!

serenella ha detto...

Un bacio anche a te Max, che sei sempre gentile e carino.

Zicin. si, questo è un bel brano, come del resto molti passi di baricco lo sono. A me piace molto.
Un bacio.

E già, Sara. Anche per desiderare, bisogna trovare il momento giusto.
Hp scelto questo brano perchè davvero nella mia vita sono proprio tante le cose che sono andate per un verso inimmaginabile.
Non mi va nemmeno più di sognare.

serenella ha detto...

un abbraccio anche ate, cara Kylie.


Grazie Aldo per le tue belle parole. ;)


Dany: si, apprezare quello che si, è l'unico modo per andare avanti. Magari poi non è nemmeno poco.


Pupottina: ci sono periodi, anche lunghi, in cui tutto va storto. Io mi dico che è colpa di congiunzioni astrali contrarie. Magari Saturno. Quello che mette ordine....


Mio caro Gennaro Garofalo, se riuscissi a trovare il tuo blog....beh, almeno capirei di che si tratta. Non ci sono riuscita. Per i motivi che ho su spiegato Puoi sempre mettere la tua fotina.Qui da me.