Ed è qui che io abito,nel centro del mio giorno con i piedi per terra e mare tutto intorno.

giovedì 26 gennaio 2012

L'alloggio segreto

Stamattina, con i miei alunni di quinta, ho assistito ad uno spettacolo teatrale "L'alloggio segreto", un monologo liberamente tratto dal diario di Anna Frank. L'attrice raccontava in terza persona  la vita della ragazzina ebrea; scenario semplice, essenziale. Parole, c'erano tante parole e suoni, soprattutto il fischio di un treno che irrompeva nel silenzio del teatro.
Inizialmente ho temuto che i bambini si annoiassero, reggere per un'ora un monologo di quella portata, non era semplice.
Invece i miei alunni mi hanno stupita, come sempre. Hanno ascoltato in religioso silenzio e hanno, poi, rilvelato pensieri e sensazioni che mi hanno commossa. (...si vede  che sto invecchiando).


18 commenti:

chiara ha detto...

è vero, i bambini riescono sempre a sorprenderci!!! Deve essere stato davvero un bellissimo spettacolo!!!

serenella ha detto...

Si, era davvero bello!

Lorenzo ha detto...

Concordo con Chiara, i bambini riescono sempre a sorprenderci e forse perchè non cambiano mai, siamo noi che cambiamo.
Guardando vecchie foto di colonie marine ho notato che, appunto, i bambini fanno sempre gli stessi giochi, lo spesso modo di stare insieme. Forse è quella la vera nostra natura.
la commozione non ha età ma solo un animo sensibile :))))

Lorenzo

serenella ha detto...

I bambini, caro Lorenzo, ci sorprendono perchè sono puri, puliti, senza sovrastrutture. Più passa il tempo e più mi convinvo che potevo solo fare l'insegnante, perchè amo molto stare con loro...

Anonimo ha detto...

Un giorno sentii Moravia che alla domanda di un bimbo del tipo "cos'è un uomo?",rispose semplicemente:l'uomo è un bambino solo un pò più grande!Aveva ragione!!Ma io aggiungerei solo un'altra frase:"Nel momento stesso in cui dubitate di poter volare, cessate anche di essere in grado di farlo."...e si diventa adulti!!!

James Barrie, dal libro “Le avventure di Peter Pan”
Deve essere meraviglioso poter lavorare con i bimbi tutti i giorni...!!!Ciao Serenella,Voyager

modna50 ha detto...

I bambini... peccato che crescendo diventano come noi!! buona giornata a tutti

Angelo azzurro ha detto...

Il diaro di Anna frank è stato uno dei primi libro che ho letto. Facevo le elementari, appunto. Ricordo che la maestra ce lo suggerì vivamente e io mandai papà a cercarlo subito in libreria. Rimasi fortemente impressionata da quelle letture e da lì cominciò, credo, la mia passione per i libri.

il monticiano ha detto...

Lo dico da molto tempo ormai i bambini di quell'età sono più maturi di quanto lo fossi io alla loro stessa età.

serenella ha detto...

Anonimo: credo che in tutti noi ci sia sempre una parte che non è cresciuta mai veramente. Forse per questo sto bene con i bambini. Amo la loro spontaneità, la loro capacità di credere nei sogni, la loro maturità e profondità di fronte a problemi seri.
Interessanti le tue citazioni...

serenella ha detto...

modna50: si, peccato. Cerchiamo di non farli diventare come noi.
benvenuta nel mio blog.

serenella ha detto...

Angelo: ai miei alunni ho solo proposto la lettura di qualche pagina accuratamente scelta. C'era lo spettacolo teatrale da vedere, andavano preparati. Ora, chi vuole, può continuare a leggerlo e proporre delle pagine in classe, ai compagni.Spero, in cinque anni, di aver trasmesso amore per la lettura.

serenella ha detto...

Aldo: il solito saggio, simpatico...

Kylie ha detto...

Ci sono argomenti che toccano tutti, bambini compresi.

Un bacione

Lorenzo ha detto...

E più passa il tempo più mi convinco che noi genitori dobbiamo ringraziare maestre come te che sanno trasmettere valori fondamentali ai nostri figli.
Grazie davvero

Lorenzo

serenella ha detto...

Kylie: è incredibile come i bambini siano sensibili a tali problemi...ti ascoltano, commentano, inventano poesie incredibili...spero che il tempo non li cambi molto...

serenella ha detto...

Grazie Lorenzo. Mi sento una brava insegnante, quando si tratta di trasmettere valori e di far capire quanto l'adulto riesca ad essere spietato.

Lara ha detto...

Sei tornata allora, Serenella?
O ti avevo perso io???
Ho il computer sull'orlo della follia, spero in bene.
Ma sono molto felice di rivederti:)
Ti abbraccio,
Lara

serenella ha detto...

Ciao Lara. Si, sono tornata, ma in realtà, non ero mai andata via.
Anch'io sono felice di rileggerti.
A presto.