Ed è qui che io abito,nel centro del mio giorno con i piedi per terra e mare tutto intorno.

lunedì 21 marzo 2011

La guerra che verrà


La guerra che verrà
non è la prima. Prima 
ci sono state altre guerre.
Alla fine dell'ultima
c'erano vincitori e vinti.
Fra i vinti la povera gente
faceva la fame. Fra i vincitori
faceva la fame la povera gente egualmente.

   Bertolt Brecht

                                                                                                                    


6 commenti:

cosimo ha detto...

Le guerre grandi o piccole che siano, hanno sempre arricchito i pochi potenti.
Buonanotte Serenella:-))

il monticiano ha detto...

E siamo alle solite.
L'uomo non imparerà mai.
Con le guerre non ci sono vincitori, soltanto vinti.

adamus ha detto...

Ciao ,la guerra la decidono quelli che non la fanno e la subiscono coloro che non la vogliono.
Ti auguro una buon fine settimana.

Ho ripreso da poco anch'io, sono stato in ospedale.

serenella ha detto...

Ciao Cosimo scusami se ti rispondo in ritardo. Io non credo che la guerra porti ricchezza. Solo grandi dolori...
buonanotte, mio caro.

serenella ha detto...

Aldo: condivido: solo vinti, sconfitti. E la storia non insegna mai abbastanza.

serenella ha detto...

Ciao Adamus. ben ritrovato.
Anch'io sono tornata da poco. Vado, vengo....non trovo pace!