Ed è qui che io abito,nel centro del mio giorno con i piedi per terra e mare tutto intorno.

giovedì 17 febbraio 2011

Il ricordo di un amico




Penso che nessun'altra cosa ci conforti tanto,
quanto il ricordo di un amico,
la gioia della sua confidenza
o l'immenso sollievo di esserti tu confidato a lui
con assoluta tranquillità:
appunto perchè amico.
Conforta il desiderio di rivederlo se lontano,
di evocarlo per sentirlo vicino,
quasi per udire la sua voce
e continuare colloqui mai finiti.

David Maria Turoldo 







Chissà se mi senti, se ascolti le mie parole, i miei muti soliloqui, i  tanti pensieri e i tanti momenti che ti dedico. Momenti muti, in cui le parole rimangono dentro di me, a farmi male, come il dolore sordo, ma persistente che si prova quando perdi qualcuno o qualcosa che ha rappresentato tanto per te.

4 commenti:

cosimo ha detto...

Carissima Serenella, quando una amicizia si sfalda o si sgretola é come quando aprimao il pugno per lasciare andare la sabbia. Resta sempre qualche granello fra le pieghe delle dita, del palmo della mano.
E così ti sentirà, ti penserà, proprio come succede a te.

Oggi piove, ed a me la pioggia piace, sopratutto sul mare. Cerchi nell'acqua come cerci di pensieri e ricordi nella mente...
Ti abbraccio.....come gocce di pioggia tra di loro!

Giusy.. ha detto...

Ciao Serenella...quanta tenerezza in queste frasi...c'è tanta sofferenza.
Ti capisco...e tanto.
Anch'io come te tenevo e tengo ad un caro Amico...le ho voluto e gli voglio bene...ma per tantissimi motivi futili la nostra amicizia si è spenta...
Ci sono poi persone esterne che con pretesa vogliono far parte della tua Vita...del tuo amico o amica che sia per invadere...calpestare..
Mi fermo è meglio...
Voglio ancora bene a questa persona...anche se mi ha provocato dolore.
Serenella...non stare male...non te lo meriti.
Abbi fede...sempre nel tuo cuore.
Qui ha piovuto...oggi sono uscita e ho voluto camminare sotto la pioggia...mi sono sentita meglio...
Ti stringo forte.:)

serenella ha detto...

Non so, Cosimo, se mi sente....la nostra lontananza è troppo grande.
Forse in un'altra vita....

serenella ha detto...

Ciao Giusy. Non riesco nemmeno a star male. wsi va avanti e l'assenza si vive come un fatto ineluttabile, inevitabile. Era scritto così.