Ed è qui che io abito,nel centro del mio giorno con i piedi per terra e mare tutto intorno.

domenica 18 gennaio 2009

...come fa il mare



Spesso la musica mi porta via come fa il mare.

Sotto una volta di bruma o in un vasto etere metto vela verso la mia pallida stella.

Petto in avanti e polmoni gonfi come vela scalo la cresta dei flutti accavallati che la notte mi nasconde; sento vibrare in me tutte le passioni d'un vascello che dolora, il vento gagliardo, la tempesta e i suoi moti convulsi sull'immenso abisso mi cullano.

Altre volte, piatta bonaccia, grande specchio della mia disperazione!


baudelaire

11 commenti:

max ha detto...

sempre più bello il tuo blog ...e profondo. ciao .
max

Vane ha detto...

concordo con Max^^..

e anche laparole hanno il suo valor qui^^..

buona serata bacioni

Angelo azzurro ha detto...

Profonde emozioni, caldi ricordi... bella scelta questa poesia!

stella ha detto...

Sei triste?

serenella ha detto...

Si, Stella, sono un po' malinconica.

serenella ha detto...

Grazie, Max, Vane, Angelo azzurro. Per non pensare, oggi ho trascorso molto tempo davanti al mio pc e ai miei blog.

ariapura ha detto...

ciao Lindy , mi piace il nuovo look del tuo blog!
ciao buona settimana!

Sabatino Di Giuliano ha detto...

E' vero, il mare e' lo specchio della nostra anima, del nostro umore. A volte lui riflette il nostro, a volte riusciamo a prendere dal mare il suo stato d'animo, e quando e' brioso e schiumoso il resto della giornata e' effervescente...
Sconfiggi il drago di questa settimana...

Paola ha detto...

Cara Lindy,grazie del tuo intervento da me; molti mi hanno invitato a perdonare oppure sperano che lei si riavvicini...il mio tormento è che i miei figli non riescono a perdonarla per le sofferenze che ha causato a me,a mia madre e alla nostra famiglia.E' una storia come tante la mia, ma ha inciso moltissimo su di me. Vedo che ieri eri triste, spero che oggi la vita ti sorrida.
Un abbraccio

serenella ha detto...

Saba...il mare mi dà molta energia e, allo stesso tempo serenità. Forse è per questo che lo amo. Se ieri avessi avuto davanti il mare, sarei stata più tranquilla.



Grazie Aria, per il complimento. Non amo il nero, però era l'unico modo per differenziarlo dall'altro blog. Buona settimana.

serenella ha detto...

Sai Paola, mi sono immedesimata molto nel tuo post...perdonare non è facile, rimettere le cose a posto nemmeno. Pero' tentare di capire, di giustificare si... Sto vivendo una situazione in cui io e la mia famiglia dovremmo ( ma io adico:dobbiamo) perdonare chi, senza molto pensare, ha fatto del male e sparso tanto dolore. Penso che ciscuno di noi paga per quello che ha fatto di sbagliato, percio' perdonare è poi quello che resta a noi comuni mortali. Un abbraccio.