Ed è qui che io abito,nel centro del mio giorno con i piedi per terra e mare tutto intorno.

mercoledì 8 febbraio 2012

Insegnerai a....

Insegnerai a Volare, ma non voleranno il Tuo Volo.
Insegnerai a Sognare, ma non sogneranno il Tuo Sogno.
Insegnerai a Vivere, ma non vivranno la Tua Vita.
Ma in ogni Volo, in ogni Sogno e in ogni Vita,
rimarrà per sempre l’impronta dell’ insegnamento ricevuto.
Madre Teresa
 
 
Mi ritrovo in queste  parole di Madre Teresa, anche se manca la parte meramente "cognitivo-apprenditiva" dell'insegnamento. Mi auguro che rimanga qualcosa di tutto quello che ho detto ai miei alunni, durante i  cinque anni trascorsi insieme: andare in fondo con a tutto, arrivare alla sostanza delle cose,  non fermarsi mai alla superficie.
 
 

12 commenti:

modna50 ha detto...

Bellissimo pensiero che condivido in toto!! grande donna M.Teresa! buona serata

la signora in rosso ha detto...

Quando meno te lo aspetti, quando pensi di aver dato invano allora succederà che qualcuno dirà una frase che tu hai detto, farà un gesto che tu hai insegnato a fare.. allora capirai che nel tuo piccolo il seme che hai seminato è nato...a me è successo così e ne sono orgogliosa.

Luigi ha detto...

bellissime parole Sere: si applicano benissimo anche ai figli!!!
Un abbraccio

zefirina ha detto...

bell'insegnamento, bel pensiero

il monticiano ha detto...

Effettivamente manca la parte preponderante dell'attività di un'insegnante cioè quello della
cognizione e dell'apprendimento.
Ad ogni modo Madre Teresa dice qualcosa di molto vero.
Ciao,
aldo.

Paola ha detto...

Penso che di sicuro qualcosa di te sarà in loro: quando un'insegnante è capace di comunicare certi valori, non la si può mai dimenticare. Buona giornata..fa freddo anche là?

@enio ha detto...

io del mio insegnante delle elementari ho sempre un ricordo... sopratutto delle bacchettate sulle mani che negli anni 50 ci dava una volta che venivi segnato sulla lavagna...

Lorenzo ha detto...

Una insegnante come te che si ritrova in queste bellissime parole è una speranza per i nostri figli.
Ci sono 3 insegnati che ricordo ancora ora a 53 anni: il mio maestro elementare che ci insegnò, oltre l'abc, a coltivare un orto, per avere il giusto rispetto per la terra; un professore di scienze delle medie, che in prima ci disse che non avremmo seguito il programma ministeriale, ma il programma l'avremmo fatto noi con la nostra curiosità; una professoressa di italiano che, a ogni autore affiancò il pensiero storico del momento, perchè senza la storia non si può capire l'uomo.
Bellissima scelta d'argomento Sere.

Lorenzo

serenella ha detto...

modna50: Madre teresa è una piccola donna, dai grandi pensieri.


Certo Signora, sono convinta che questo accade spesso. Il dubbio è d'obbligo, serve a non dar nulla per scontato, a migliorare.

serenella ha detto...

Luigi: certo, vanno estese a tutte le situazioni educative.



Grazie Zefi.



E si, Aldo. L'insegnamento è fatto di tutto quello che tu dici.

serenella ha detto...

Paola, di sicuro, non mi dimenticano perchè sono terrrrribbbileeeee! Ovviamente scherzo.

serenella ha detto...

@enio: e che brutti ricordi. La scuola, per fortuna, è cambiata.




Lorenzo: bella l'idea dell'orto, come è bella l'idea di insegnare ai bambini la manualità, l'amore per la lettura e per tanti aspetti della vita non meramente scolastici.
Mi auguro di essere una buona insegnante, anche esigente che non si accontenta.