Ed è qui che io abito,nel centro del mio giorno con i piedi per terra e mare tutto intorno.

martedì 21 aprile 2009

Io speriamo che me la cavo....


Quando si è a contatto con i bambini è possibile che un evento drammatico, quale quello del terremoto, assuma, involontariamente, anche un aspetto simpatico...

Ecco un testo scritto da un bambino della II A

" Il 6 Aprile 2009 in Abruzzo, all'Aquila, c'è stata una scossa di terremoto. Ci sono state circa 300 vittime sotto le macerie e e un cane.
Non so quanti sono gli sfollati senza casa. Quanti pianti sulle bare dei figli e dei parenti!
I cani delle Unità Cinofile hanno salvato molte persone, ma anche i vigili del fuoco hanno avuto un gran da fare per salvare l'Abruzzo.Ora in tanti non hanno più la casa.
Io regalerei agli sfollati la mia vecchia casa."
Vito

(Premetto che il bambino si è trasferito da pochi giorni in un nuovo appartamento e la " vecchia" casa è in ottime condizioni.)


Quello che ha più colpito i bambini è la vita nelle tendopoli, che hanno chiamato nei modi più svariati: " tentopoli", "tendopola", fino all'aspetto latinista " tendopolis".


" ....Nelle tendopoli si mangia, si beve e si dorme...."

La piccola è straniera....ha scritto un bel testo. Ho solo riportato l'osservazione più simpatica. Per lei una casa, mangiare, bere e dormire sotto un tetto rappresentano tanto. E come darle torto.



" Nelle tendopoli si celebrano Mese, si fa scuola, ci sono persino i barbieri per uomini e donne."



E, infine, dopo una mia disquisizione, molto semplice su cosa provoca i terremoti, alla domanda:
- Bambini, perchè la terra trema?-
- Perchè ha freddo....- ha risposto prontamente una scolaretta.

18 commenti:

silvio di giorgio ha detto...

la bambina ha sintetizzato perfettamente quelle necessità che dovevano essere soddisfatte dopo l'evento. 8+

Kylie ha detto...

La disgrazia vista con gli occhi dei bambini.
Speriamo che dimentichino in fretta.

Un abbraccio

traccedinchiostro ha detto...

'' perchè ha freddo '' è una meraviglia questa risposta !

giordan ha detto...

certo che lavorare con i bambini apre molto il cuore. La loro semplicità e ingenuità, dovrebbe far tornare gli adulti un pò indietro abbandonando il cinismo che ad essi appartiene e li rende schiavi. Mi piace " perchè a freddo" in effetti con quello che gli umani adulti fanno alla terra c'è veramente da avere i brividi... brava serenella, magari tutte le maestre fossero come te. un bacione

francuzza ha detto...

sono così semplici loro...vanno dritti dritti al punto....
buona giornata Rosalinda daleggere
baci

zefirina ha detto...

i bambini non fanno sconti vanno dritti al cuore delle cose, io mi sto godendo il nipote e già mi è passato l'umore grigio anche perchè stranamente c'è un sole splendente e un cielo limpido qui ad amstedarm

Pupottina ha detto...

che tenerezza questo post!
sono meravigliosi i bambini!

Angelo azzurro ha detto...

Adoro la semplicità dei bambini! Hanno altri occhi per vedere il mondo e le loro riflessioni spesso sono spunto anche per far riflettere noi.
Serena giornata!

serenella ha detto...

Silvio: la bimba è uno spirito assolutamente libero, che fantastica su tutto ma....ha dei momenti di razionalità che la portano a dire cose sensate.
Kylie: noi non viviamo in una zona sismica e abbiamo dovuto rassicurarli anche se stiamo facendo prove di evacuazione simulate....è necessario....

serenella ha detto...

@ Lella: le risposte dei bambini mi sorprendono sempre!
@ Giordan: non mi stancherò mai di ripetervi che siamo in tante nella categoria delle insegnanti ad essere così....a vivere con piacere questo " mestiere".@ Gazie Francuzza!

serenella ha detto...

@ Zefirina Sapessi che brutto tempo qui. E siamo al sud. Goditi il tuo nipotino!
@ Pupottina grazie per essere passata dal mio blog. I bambini sono meravigliosi. Approvo!
@ Angelo: sapessi quante cose sanno sul terremoto e su come scappare....

Pro-Abruzzo ha detto...

tenerezza e tristezza......

Guernica ha detto...

I fanciulli trovano tutto nel nulla, gli uomini trovano il nulla nel tutto.
Questo lo diceva Lopardi e aggiungo che aveva apito davvero tutto.

Il loro potere di apprezzare ogni cosa e di dire molto con poco.In modo chiaro.

Un bacio Serenella!

serenella ha detto...

@ Pro-Abruzzo: si, erano tristi e visibilmente coinvolti, quando ne parlavano...
@ I bambini sono saggi, più degli adulti. Perciò sto bene con loro.

Cinzia ha detto...

Unica la semplicità e l'ingenuità nei bambini...spesso noi adulti dovremmo imparare da loro...
Fra pochi giorni sarò nella tua Bari...
baciotti
Cinzia

rosy ha detto...

I bambini...fonte di saggezza, peccato, che crescendo lavita li cambia.
Bello il lavoro dell'insegnante
Complimenti a tutti i bambini e alla maestra.

Sabasan ha detto...

Serenella, quando si tratta di bambini ci sciogliamo tutto e tutti...
Non dovremmo mai smettere di guardarli e di vivere con loro
Questo e' una delle tue grandi fortune!
Sei grande Sere!

cenere ha detto...

anche io e la collega ne abbiamo parlato ai bambini, ma sono ancora piccoli (3-4-5 anni).
però hanno capito che è un avvenimento grave. erano un po' impauriti e non ci siamo addentrate in particolari.
ciao,
cenere