Ed è qui che io abito,nel centro del mio giorno con i piedi per terra e mare tutto intorno.

sabato 11 aprile 2009

RISURREZIONE


Suono di campane,

voce che trasvola sul mondo,

canto che piove dal cielo sulla terra,

nella città sorda e irrequieta,

e nel silenzio dei colli

ove, nel pallore argenteo,

le bacche d’olivo maturano il dono di pace.

Suono che viene a te,

quale alleluia pasquale,

a offrirti la gioia di ogni primavera,

a chiamarti alla rinascita;

a dirti che la terra rifiorisce

se il tuo cuore si aprirà come un boccio,

che ripete un gesto d’amore e di speranza,

levando il mite ramoscello

in questa chiara alba di risurrezione.


d'annunzio

16 commenti:

serenella ha detto...

Ora basta Computer: sono di turno, tanto per cambiare, ai fornelli.....
Buona giornata!

Sabatino Di Giuliano ha detto...

un bacio

giordan ha detto...

ciao serenella, hai scelto un testo particolare, bello. Gabriele D'annunzio è stato uno dei poeti più controversi del secolo passato, un essere che vagava tra religiosità e paganesimo. Io che l'ho studiato a lungo, posso dire che questa è una poesia definibile "del riscatto". Tu abiti lontano ma, se ti capitasse di fare un giro per Gardone, ti consiglio di andare a visitare il Vittoriale. E' un luogo eccentrico e profondamente saturo della personalità del poeta. D'annunzio è stato molto lodato nel ventennio fascista e criticato poi, negli anni successivi ma se lo si osserva da vicino, si scoprono molte cose come la sua poca stima nei confronti di Mussolini e altre particolarità, sfacettature, che lo estraggono dall'attuale classificazione.


Buon lavoro ai fornelli e buona giornata di festa ciao un bacione

francuzza ha detto...

un bacione e un grande abbraccio dolce amica!!
anche io sono di turno!!!

Miriam ha detto...

Buona Pasqua a te e ai tuoi cari!

Annarita ha detto...

Segnalato su scientificando insiemi ad altri post pasquali significativi.

Un abbraccio
annarita

Cinzia ha detto...

Ciao Serenella, buona Pasqua anche a te!
Un bacio
CInzia

silvio di giorgio ha detto...

ciao serenella, scusa se scrivo qui.
ti ho aggiunto, questo è il mio link http://silviodigiorgio.blogspot.com

ciao!

serenella ha detto...

Ben ritrovati. Cari amici bloggers....ho mangiato tanto cioccolato che....ho la nausea...Che diranno la bilancia e il colesterolo?

Angelo azzurro ha detto...

Ciao Serenella, passo ora a leggere la tua bella poesia: iri è stata una giornata lunga e "faticosa" anche per me ( cucina e altro)Ti auguro una riposante pasquetta, ciao!

Pier Luigi Zanata ha detto...

Un abbraccio ... fuori porta.
Vale

serenella ha detto...

....Qui piove, Luigi. Altro che fuori porta.

serenella ha detto...

....Ricambio l'abbraccio, però!

giordan ha detto...

ciao serenella, la cioccolata è buona e il colesterolo che vada a farsi friggere.
un bacione

Pier Luigi Zanata ha detto...

Beh tra un pc ed l' altro, una passeggiata con i cani, anche sotto la pioggia, una lettura, diversificata a seconda dell' ora, anche io sono di turno ai fornelli...
Gita fuori porta? Non ci penso nemmeno.
Vale

serenella ha detto...

Ben trovati. Io e il mio partenpoeo in esilio eravamo senza figli che non hanno rinunciato ad uscire....Dunque, alla 11.00, circa, abbiamo deciso di fare un giro in auto, senza meta. Siamo approdati in provincia di Taranto. Pioveva ovunque. Un ristorante, un pranzo discreto.Due chiacchiere, due confidenze....davanti ad una bottiglia di acqua minerale